7 modi per farti odiare dal tuo proofreader

I do my best proofreading after I hit send.

La revisione è uno step obbligato nella cura di un testo. Si tratta, tuttavia, di un’attività complessa e per nulla scontata: dopo più riletture, l’occhio si stanca e difficilmente, da soli, si riescono a cogliere tutti gli errori.
La figura di un proofreader esterno, che ricontrolli scrupolosamente il lavoro finale prima di inviarlo al cliente, si rivela perciò indispensabile. Il suo compito consiste nel limare, rifinire e levigare; è l’autore, però, che deve preoccuparsi di forgiare l’intero manufatto, scomponendo e ricomponendone le parti fino a ottenere una struttura solida e convincente. Si presume che il testo inoltrato al proofreader sia già la versione finale di un processo di editing e che non contenga alcun errore formale, ma solo piccole sviste nella digitazione. In caso contrario, cioè a fronte di editing grossolani e incompiuti, è facile far perdere le staffe al proprio proofreader, che si trova costretto a sovrapporsi all’autore e a rimettere mano al testo. Ma quali sono gli errori più fastidiosi in assoluto?
Continua a leggere…


Sviluppa un’accurata strategia di content marketing in 5 passi

strategia content marketing

Il content marketing è quel ramo del marketing online, germogliato ormai da qualche tempo, che si focalizza sulle esigenze dei clienti. Quando si offrono contenuti utili al proprio target, il traffico al proprio sito aumenta, il suo posizionamento sui motori di ricerca migliora e diventa facile generare una lista di possibili clienti (lead). Come dimostrano alcuni studi, non si tratta di una vana promessa. Continua a leggere…


Affronta il 2017 con questi buoni propositi per copywriter

buoni-propositi-copywriter

Il copywriter è un po’ un “tuttofare”. Padroneggiare la lingua italiana è condizione necessaria, ma non sufficiente: un buon autore deve essere preciso e puntuale, sapersi relazionare con i clienti e misurarsi in sfide sempre nuove. Ecco qualche dritta per iniziare l’anno con il piede giusto. Continua a leggere…


Dalle parole ai fatti. greatcontent lavora sulla qualità

great-content

“Qual è il senso della vita?”. Per alcune domande, una risposta proprio non esiste. Per altre, si perde nel vento. Altre ancora, per fortuna, una risposta precisa ce l’hanno. Come, per esempio, il quesito esistenziale: “In che modo greatcontent si materializza in “great content”, cioè in contenuti di ottima qualità?”.

La risposta, che puoi leggere qui sotto, ti darà diversi spunti per il tuo approccio alla produzione di contenuti, svelandoti i nostri segreti (!!!) per realizzare e consegnare efficacemente testi di qualità ai nostri clienti.

Continua a leggere…


E se il copywriting è di bassa qualità? Le strategie per un testo vincente

copywriting

Un testo privo di appeal non diventa persuasivo per il semplice fatto di essere online. Laconicamente: se la qualità di partenza è bassa, resterà bassa. Per un copy vincente e per una comunicazione davvero efficace, l’autore deve condurre l’internauta a un’azione. Informare, incuriosire e convincere sono le sfide che il copywriter deve affrontare, senza cadere nel cliché di un testo autoreferenziale. Ecco le strategie per un copywriting di qualità…


L’importanza di una buona traduzione

traduzione

La traduzione non è un semplice atto meccanico. È soprattutto un esercizio di stile, una prova interpretativa capace di trasmettere inalterati significato e significante del testo di partenza. Ecco perché richiede tutta la cura di un professionista, che funge da filtro linguistico, semantico e culturale, a garanzia di una comunicazione efficace e autentica. Continua a leggere…


Google Possum: l’update che modifica la Local Search

Google Possum Update

Il 1 settembre 2016 Google ha rilasciato un nuovo aggiornamento del proprio algoritmo, che interessa soprattutto la Local Search. Possum (Opossum in italiano) è il nome che la community dei Local SEO Expert ha suggerito, perché la prima impressione che hanno avuto è che gran parte dei risultati local fossero scomparsi.

In realtà, si trattava solo di morte apparente, proprio come quella che l’opossum è bravissimo a inscenare.  Scopri cos’è cambiato con Google Possum


1 2 3 16